Sito Mobile o Responsive? Scopriamo le differenze

L’evoluzione tecnologica ci ha portato ad inserire siti web o applicazioni in oggetti precedentemente deputati ad altro uso, infatti, oggi quasi ogni dispositivo ha un software che permette la navigazione sul web, dagli smartphone ai televisori passando per tablet e frigoriferi. Lo stesso utilizzo del PC per navigare è drasticamente calato negli ultimi anni, in favore di dispositivi mobile, che come noto sono accanto a noi in qualunque momento, diventando uno strumento perfetto per strutturare campagne di marketing.

Quindi è sempre più importante rendere accessibile il proprio sito da piattaforme differenti, e per fare ciò sono disponibili due diversi approcci:

– Sito Web Responsive;

– Sito Mobile.

Il Sito Responsive si differenzia principalmente per il fatto che è progettato per adattarsi in maniera automatica ai dispositivi su cui viene visualizzato. Inoltre, il tutto è contenuto all’interno di un unico dominio, riducendo di fatto i costi ed i tempi di sviluppo. Il Sito Mobile invece è un progetto creato ad hoc e condivide la sua esistenza con il vostro sito web. In quest’ultimo caso, i costi di sviluppo ed il tempo relativo aumentano, in quanto è necessario creare il sito da zero.

Prima di scegliere, ecco tutti gli altri aspetti in cui divergono queste due tipologie di siti web:

– Dominio;

– Posizionamento nei motori di ricerca;

– Prestazioni;

– Aggiornamenti.

Dominio, utilizzarne uno o due?

Sito Mobile e Responsive si differenziano in maniera sensibile anche dal punto di vista del dominio, il primo infatti richiederà l’utilizzo di un dominio dedicato, tipo mobile.miodominio.it, creando un sito parallelo a quello desktop. Il Sito Responsive invece non richiede questo tipo di cambiamento, infatti manterrà il medesimo dominio per qualunque dispositivo.

Posizionamento nei motori di ricerca

Come detto precedentemente, se scegliamo un Sito di tipo Responsive, abbiamo a disposizione un unico sito, ciò agevolerà il posizionamento dello stesso, in quanto le linee guida di Google e di altri motori di ricerca ci dicono che tale tipologia di sito è preferita. Se invece vi trovate a gestire un Sito Mobile, sappiate che gli sforzi per ottimizzare il posizionamento del vostro portale dovranno essere raddoppiati, in virtù del fatto che in questo ultimo caso avete a disposizione due domini.

Prestazioni, chi va più veloce?

Queste due scelte mirano ad offrire una esperienza mobile ottimale, riportando un conseguente aumento del tasso di coinvolgimento dell’utente. Se parliamo di velocità invece, il Sito Mobile parte sicuramente avvantaggiato, in quanto costruito interamente per la visualizzazione su dispositivi mobili. Se ben sviluppato, anche un Sito Web Responsive può offrire risultati simili.

Aggiornamenti

Torniamo sul fatto che la comodità di possedere un dominio unico, riduca gli sforzi ed i costi. Infatti, il Sito Responsive dopo essere stato aggiornato mostrerà su tutti i dispositivi gli stessi risultati. Nel caso invece disponiate di un Sito Mobile, sarete costretti a raddoppiare gli aggiornamenti, in quanto di fatto avete due siti differenti.

Speriamo che questo breve vademecum sia stato di vostro aiuto. Per qualunque altra esigenza dedicata al mondo del Web, il team di SIGMAR è a vostra completa disposizione.

Continua a leggere:

Laboratorio segreto a Zurigo, Apple “ruba” esperti a Google

Nel cuore di Zurigo, si sta svolgendo una trasformazione senza precedenti. #Apple, nota per la sua prudenza nel campo delle nuove tecnologie, sembra finalmente aver abbracciato pienamente il potenziale dell’Intelligenza Artificiale, colmando rapidamente il divario con i concorrenti del settore. Le ultime mosse dell’azienda suggeriscono l’imminente introduzione di funzionalità AI di ultima generazione sui prossimi sistemi operativi e dispositivi. Secondo quanto riportato dal Financial Times, Apple ha reclutato numerosi esperti in #AI, provenienti in gran parte da Google, per creare un vero e proprio “laboratorio segreto” nel cuore di Zurigo. Questa sede ospita un team dedicato allo sviluppo di nuovi

Leggi Tutto »

Il parere dell’EDPB sui modelli di consenso a pagamento

Durante l’ultima riunione plenaria, l’#EDPB (Europea Data Protection Board) ha emesso un parere in risposta a una richiesta presentata dalle autorità olandesi, norvegesi e di Amburgo per la protezione dei dati, conformemente all’articolo 64, paragrafo 2, del Regolamento Generale sulla #ProtezionedeiDati (#RGPD). Tale parere verte sulla validità del consenso al trattamento dei dati personali per scopi pubblicitari comportamentali nell’ambito dei modelli di #consensoapagamento adottati dalle principali piattaforme online. Il presidente dell’EDPB, Anu Talus, ha dichiarato: “Le piattaforme online dovrebbero offrire agli utenti una reale possibilità di scelta quando adottano modelli di “consenso a pagamento”. Attualmente, tali modelli spingono le persone

Leggi Tutto »

Innovazione tecnologica e creatività. Piani strategici per plasmare il futuro del Made in Italy

La Giornata nazionale dell’Eccellenza Italiana, istituita il 15 aprile dal Ministero dell’Innovazione per celebrare la creatività, la forza di ingegno e l’elevata qualità dei prodotti italiani, ha rappresentato un’importante occasione per riflettere sulle caratteristiche fondamentali del modello di #innovazione #madeinItaly e sui valori, principi e approcci manageriali che possono guidare in modo ottimale i processi innovativi anche in futuro. Di fronte alle immense opportunità offerte dalle frontiere della scienza e della #tecnologia, il modello italiano per l’innovazione ha sempre più bisogno di esplorare nuovi legami, nuove tecniche e nuovi sistemi organizzativi. Luca De Biase ha delineato le caratteristiche distintive dell’innovazione

Leggi Tutto »

Chrome potenzia la barra degli indirizzi con tecnologia avanzata: introduzione del machine learning

Google ha recentemente annunciato l’introduzione di avanzati #algoritmi di #intelligenzaartificiale nella sua ultima versione di #Chromedesktop, la M124, con l’obiettivo di potenziare la sua iconica barra degli indirizzi, nota anche come #omnibox. Questo aggiornamento rappresenta un passo significativo nel costante sforzo dell’azienda per migliorare l’esperienza di navigazione web dei suoi utenti. La barra degli indirizzi di Chrome è da tempo un compagno affidabile per chiunque la utilizzi regolarmente, offrendo un vasto ventaglio di funzionalità che semplificano e velocizzano la ricerca sul web. Oltre a consentire l’accesso rapido agli indirizzi web, essa permette di richiamare pagine da altre schede o dai

Leggi Tutto »

Vuoi un riferimento unico per la digitalizzazione della tua azienda?