Cosa sono le GPT e come cambieranno internet

GPT (Generative Pre-training Transformer) è un modello di machine learning sviluppato da OpenAI che viene utilizzato per il pre-training di modelli di linguaggio naturale. Il pre-training consiste nel fornire al modello una grande quantità di dati e utilizzare questi dati per “allenare” il modello su una specifica tipologia di compito, come il riconoscimento del linguaggio naturale o la traduzione.

Una volta che il modello è stato pre-allenato, può essere facilmente adattato a una varietà di compiti di linguaggio naturale, come la scrittura di risposte automatiche, la classificazione del testo o la sintesi del parlato. GPT è stato progettato per essere altamente scalabile e in grado di gestire grandi quantità di dati, il che lo rende particolarmente adatto per l'utilizzo in grandi imprese e aziende che hanno bisogno di analizzare grandi quantità di dati linguistici.

Questi sono alcuni esempi nei quali OpenAI è stato utilizzato per risolvere problemi reali.

Chatbot: OpenAI ha sviluppato un chatbot chiamato GPT-3 che è in grado di generare risposte convincenti a domande in lingua inglese. GPT-3 è stato utilizzato per creare chatbot per il customer service, che possono rispondere alle domande dei clienti in modo rapido ed efficiente.

Generazione di contenuti: OpenAI ha anche sviluppato modelli di machine learning che possono generare testo, come articoli di giornale o descrizioni di prodotto. Questi modelli possono essere utilizzati per aiutare a creare contenuti per siti web o social media in modo rapido ed efficiente.

Riconoscimento vocale: OpenAI ha sviluppato modelli di machine learning che possono essere utilizzati per il riconoscimento vocale e la trascrizione del parlato. Questi modelli possono essere utilizzati per creare applicazioni di riconoscimento vocale per dispositivi come smart speaker o telefoni cellulari.

Traduzione: OpenAI ha anche sviluppato modelli di machine learning che possono essere utilizzati per la traduzione automatica di testi da una lingua all'altra. Questi modelli possono essere utilizzati per creare servizi di traduzione automatica per aziende o individui che hanno bisogno di tradurre testi in diverse lingue.

Open AI rischia davvero di rubare il lavoro agli esseri umani?

OpenAI e altri modelli di machine learning possono automatizzare alcuni compiti e rendere più efficienti alcune attività lavorative, ma non è detto che debbano necessariamente sostituire gli esseri umani. In alcuni casi, l'utilizzo di OpenAI può liberare gli esseri umani da compiti ripetitivi e consentire loro di concentrarsi su attività che richiedono maggiore creatività o pensiero critico. Inoltre, OpenAI e altri modelli di machine learning possono essere utilizzati per supportare gli esseri umani nello svolgimento di determinati compiti, piuttosto che sostituirli completamente.

Detto questo, è importante considerare come l'adozione della tecnologia può avere effetti sulla forza lavoro e fare in modo che gli esseri umani siano adeguatamente formati e preparati per lavorare con queste tecnologie. Inoltre, potrebbe essere necessario prendere in considerazione misure per proteggere gli interessi degli esseri umani, ad esempio attraverso programmi di formazione o riqualificazione, in caso di automazione di determinati compiti lavorativi.

OpenAI è un'organizzazione di ricerca sull'intelligenza artificiale senza scopo di lucro con sede a San Francisco, in California. È stata fondata nel 2015 da un gruppo di investitori e scienziati, tra cui il co-fondatore di SpaceX e Tesla, Elon Musk, e il co-fondatore di LinkedIn, Reid Hoffman. Altri co-fondatori e investitori di OpenAI includono Greg Brockman, Ilya Sutskever, Wojciech Zaremba e John Schulman. OpenAI è finanziato da una varietà di fonti, tra cui investitori privati, donazioni e sponsorizzazioni di aziende.

 

Continua a leggere:

Corsa ai servizi mobili, la rivoluzione promessa dalle reti 6G

Ormai è chiaro che la tanto attesa rivoluzione annunciata dalle reti #5G stia ancora aspettando di manifestare appieno i suoi frutti. Sebbene lo sviluppo delle infrastrutture stia procedendo, gli operatori si concentrano ora sull’ottimizzazione del processo di implementazione su vasta scala. Tuttavia, in un ambito parallelo, l’industria delle telecomunicazioni sta da tempo plasmando il futuro, dedicandosi alla definizione della tecnologia destinata a modellare i sistemi di trasmissione dati, le applicazioni in mobilità e i servizi di connettività della prossima era digitale: il #6G. Le specifiche delle reti di sesta generazione sono attualmente in fase di sviluppo da parte del #3GPP,

Leggi Tutto »

Intelligenza Artificiale al Servizio dell’Editoria: la partnership con Vivere

L’integrazione dell’#intelligenzaartificiale nel settore dell’#editoria sta rivoluzionando il modo in cui le informazioni vengono concepite e distribuite, rappresentando un passo significativo nel costante adattamento delle industrie alla tecnologia moderna. Un esempio tangibile di questa trasformazione è la partnership rafforzata tra #Sigmar e Michele Pinto, editore del rinomato #networkVivere. Il network, che registra oltre 47 milioni di visite annuali, comprende siti di rilievo come VivereSenigallia e VivereAncona, oltre a più di 200 quotidiani sparsi in tutta Italia. Sigmar, da tempo partner tecnologico del gruppo Vivere, ha recentemente rafforzato l’impegnato nell’ottimizzazione delle piattaforme e nella gestione delle migliorie tecniche per sostenere il

Leggi Tutto »

OpenAI, Nvidia e Amazon investono in Robot umanoidi

Dopo il trionfo di Dall-E e #ChatGPT, #OpenAI mira al prossimo traguardo: sviluppare nuovi modelli di intelligenza artificiale per far operare #robotumanoidi parlanti e introdurli rapidamente sul mercato. Per realizzare questo ambizioso obiettivo, la compagnia, guidata da Sam Altman, ha stretto una collaborazione con Figure AI, una startup impegnata nella creazione dei primi robot umanoidi accessibili al pubblico. Secondo quanto riferisce Business Insider, l’accordo tra OpenAI e #FigureAI mira ad “accelerare le tempistiche commerciali di Figure”, potenziando la capacità dei suoi robot di interagire con gli esseri umani, elaborare informazioni e rispondere ai comandi. Questo sarà possibile attraverso l’utilizzo delle

Leggi Tutto »

Vuoi un riferimento unico per la digitalizzazione della tua azienda?