Machine Learning: definizione ed applicazioni

L’evoluzione in ambito scientifico e tecnologico sta conducendo l’umanità verso nuove frontiere, finora solo frutto delle più fervide immaginazioni. Spesso però ci chiediamo quale utilità questi nuovi approcci porteranno nella vita di tutti i giorni e anche dal punto di vista imprenditoriale, vi stupirà sapere che dietro a tutto ciò si nascondo possibilità di business più che interessanti.

Oggi vogliamo parlarvi del Machine Learning o apprendimento automatico (nel caso preferiate l’idioma dantesco), illustrandovi dapprima alcuni aspetti nozionistici, fino ad arrivare alle applicazioni concretamente tangibili e di maggiore interesse.

Innanzitutto sfatiamo un mito, Machine Learning ed Intelligenza Artificiale non sono la stessa cosa, difatti la prima è solo una branca della seconda, la quale ha lo scopo di raccogliere le grandi quantità di metodologie sviluppate negli ultimi decenni del secolo attuale dalle migliori menti. Al suo interno il Machine Learning racchiude: reti neurali artificiali, data mining, algoritmi adattivi, riconoscimento di pattern, elaborazione delle immagini e molto altro. In ambito commerciale tutti questi aspetti vengono collegati alla cosiddetta analisi predittiva.

Il termine, coniato nel 1959 dall’informatico statunitense Arthur Samuel, prevedeva due sistemi di base, il primo utilizzava un sistema di ricompensa e punizione per far apprendere le giuste meccaniche al dispositivo, tale pratica prese il nome di apprendimento per rinforzo. Il secondo approccio, quello considerato maggiormente efficace, basa la sua essenza nella riproduzione di una rete organizzata all’apprendimento di attività specifiche. Tale procedura necessita però di attività di supervisione e di conseguenza la riprogrammazione per ogni nuova applicazione.

Le applicazioni ad oggi disponibili

 

Il Machine Learning ad oggi viene utilizzato in moltissimi ambiti, pensate ai motori di ricerca, sistemi che attraverso una o più parole chiave restituiscono una serie di risultati coerenti alle vostre richiesti. Un altro esempio di apprendimento automatico di cui usufruiamo tutti i giorni riguarda i filtri anti-spam delle e-mail oppure i sistemi di raccomandazione di oggetti o contenuti presenti in Amazon, Netflix, Prime Video e Spotify.

In campo medico-scientifico si stanno facendo passi da giganti, infatti attraverso l’apprendimento supervisionato le macchine stanno apprendendo algoritmi utili alla prevenzione di epidemie e alla diagnostica di tumori o malattie rari in tempi brevi e in maniera accurata.

Tra le altre applicazioni in tale ambito si stanno affacciando strumenti di riconoscimento vocale o di identificazione della scrittura manuale. Il tutto senza dimenticare la vera evoluzione in ambito automotive: le auto a guida autonoma, queste ultime infatti proprio attraverso il Machine Learning riescono ad adattare il loro comportamento e la conseguente esperienza di guida in base alle diverse situazioni di traffico, terreno, ecc.

Come può aiutare la mia impresa?

 

È tutto molto bello ed interessante, ma siamo abbastanza sicuri che a questo punto vi starete chiedendo come tutto ciò possa essere utile alla vostra azienda. Per pensare alla vostra realtà dovete partire dai dati, essi sono di fondamentale importanza per iniziare a pensare ai sistemi di Machine Learning.

Infatti, il mercato è in continua evoluzione e mutazione, proprio per questo motivo disporre di un sistema di analisi predittiva, elemento che vi fornirà un discreto vantaggio competitivo. I potenziali utilizzi per le PMI sono quasi infiniti, dall’analisi strategica delle manutenzioni degli impianti alle attività di comunicazione interna ed esterna.

Un occhio di riguardo va riservato alle attività di marketing online, difatti lo studio di una elevata quantità di dati, dalla visualizzazione del sito agli acquisti pregressi passando per stagionalità e dati anagrafici, permetterà alla vostra azienda un approccio totalmente customer-oriented. Inoltre, grazie al discorso Open Data, che consiste nella trasparenza dei dati a disposizione delle Pubbliche Amministrazioni, potrete acquisire in maniera del tutto gratuita (o quasi) una mole di dati tale da generare campagne marketing mirate.

 

Continua a leggere:

Corsa ai servizi mobili, la rivoluzione promessa dalle reti 6G

Ormai è chiaro che la tanto attesa rivoluzione annunciata dalle reti #5G stia ancora aspettando di manifestare appieno i suoi frutti. Sebbene lo sviluppo delle infrastrutture stia procedendo, gli operatori si concentrano ora sull’ottimizzazione del processo di implementazione su vasta scala. Tuttavia, in un ambito parallelo, l’industria delle telecomunicazioni sta da tempo plasmando il futuro, dedicandosi alla definizione della tecnologia destinata a modellare i sistemi di trasmissione dati, le applicazioni in mobilità e i servizi di connettività della prossima era digitale: il #6G. Le specifiche delle reti di sesta generazione sono attualmente in fase di sviluppo da parte del #3GPP,

Leggi Tutto »

Intelligenza Artificiale al Servizio dell’Editoria: la partnership con Vivere

L’integrazione dell’#intelligenzaartificiale nel settore dell’#editoria sta rivoluzionando il modo in cui le informazioni vengono concepite e distribuite, rappresentando un passo significativo nel costante adattamento delle industrie alla tecnologia moderna. Un esempio tangibile di questa trasformazione è la partnership rafforzata tra #Sigmar e Michele Pinto, editore del rinomato #networkVivere. Il network, che registra oltre 47 milioni di visite annuali, comprende siti di rilievo come VivereSenigallia e VivereAncona, oltre a più di 200 quotidiani sparsi in tutta Italia. Sigmar, da tempo partner tecnologico del gruppo Vivere, ha recentemente rafforzato l’impegnato nell’ottimizzazione delle piattaforme e nella gestione delle migliorie tecniche per sostenere il

Leggi Tutto »

OpenAI, Nvidia e Amazon investono in Robot umanoidi

Dopo il trionfo di Dall-E e #ChatGPT, #OpenAI mira al prossimo traguardo: sviluppare nuovi modelli di intelligenza artificiale per far operare #robotumanoidi parlanti e introdurli rapidamente sul mercato. Per realizzare questo ambizioso obiettivo, la compagnia, guidata da Sam Altman, ha stretto una collaborazione con Figure AI, una startup impegnata nella creazione dei primi robot umanoidi accessibili al pubblico. Secondo quanto riferisce Business Insider, l’accordo tra OpenAI e #FigureAI mira ad “accelerare le tempistiche commerciali di Figure”, potenziando la capacità dei suoi robot di interagire con gli esseri umani, elaborare informazioni e rispondere ai comandi. Questo sarà possibile attraverso l’utilizzo delle

Leggi Tutto »

Vuoi un riferimento unico per la digitalizzazione della tua azienda?